Duecento anni di Dostoevksij alla Biblioteca nazionale centrale di Roma

Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

30 novembra 2021 - Mostra

Il progetto, nato in collaborazione con la Biblioteca nazionale centrale di Roma e curato da Bianca Sulpasso e Stefano Aloe, ricostruisce alcune tappe significative della ricezione di Dostoevskij in Europa e in Italia, attraverso i fondi librari e manoscritti della Biblioteca nazionale centrale di Roma. Dall’ingresso in Europa al Dostoevskij ‘francese’ che tanto influì, in prima battuta, su quello ‘italiano’, dal tentativo ‘fallito’ di celebrare Dostoevskij in occasione del suo centenario, al Dostoevskij ‘scrittore ameno’. Un’attenzione specifica è poi dedicata alla ricezione di Dostoevskij in Italia: i primi lavori di slavistica, il rapporto con gli scrittori italiani, il ruolo centrale giocato dagli emigrati russi in Italia nella resa traduttiva dall’originale testo russo e, infine, il riversarsi di Dostoevskij e dei protagonisti dei suoi romanzi sulle scene teatrali, sulle pellicole cinematografiche, nei libretti d’opera.

Hanno collaborato all’organizzazione della mostra Andrej Chichkine, Valentina Longo, Arturo Ferrari, Laura Piccolo, Giuseppina Larocca, Noemi Albanese.